mercoledì 7 agosto 2013

L'infermiere

Infermieri svegliamoci-Parte 1!

Infermieri e politica: un incontro necessario

IN DUEMILA PER TRE POSTI DA INFERMIERE: ESPLODE LA RABBIA

NUOVO OSPEDALE DI BERGAMO: Parola agli infermieri

Infermieri Italiani: una risorsa per la sanità!

INFERMIERI:NON BASTA CAMBIARE TRIAGE

Protesta infermieri precari

Sindacato Infermieri Protesta Per Riconoscimento Stabilizzazione - News ...

MoVimento 5 Stelle Piemonte - Sciopero della fame degli infermieri.

mercoledì 31 luglio 2013

Mafia paracula in parlamento; Di Battista M5S spiega il fenomeno

hospice L'hospice è la struttura residenziale in cui il malato inguaribile e la sua famiglia possono trovare sollievo



L'hospice è la struttura residenziale in cui il malato inguaribile e la sua famiglia possono trovare sollievo per un periodo circoscritto e poi fare ritorno a casa o per vivere nel conforto gli ultimi giorni di vita. Ha alcune caratteristiche precise: l'accesso libero per i familiari (le camere sono anche dotate di letti per farli dormire, quando necessario, all'interno della struttura), la possibilità di condividere alcuni spazi, come la cosiddetta tisaneria, il calore dell'arredamento.

In Italia il primo servizio di cure palliative domiciliari è nato nel 1977, grazie ad una collaborazione tra Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Fondazione Floriani e i volontari della Sezione provinciale di Milano della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Il primo hospice è invece nato nel 1987. Si tratta della struttura che è sorta a Brescia, presso la "Casa di cura Domus Salutis" di Brescia. Secondo il Libro Bianco degli hospice ad aprile 2010 erano 175 le strutture residenziali attive in tutta Italia con un disequilibrio ancora evidente tra nord e sud. Anche l'assistenza domiciliare in cure palliative, di cui è stata definita una prima mappatura ufficiale, promossa tra gli altri dal ministero della Salute, Società Italiana di Cure Palliative, Società Italiana di Medicina Generale e Fondazione Floriani, presenta ancora delle disparità tra regioni.

Le leggi fondamentali per il movimento italiano delle cure palliative sono due. La prima ha avuto come scopo principale il finanziamento degli hospice per favorirne la nascita e lo sviluppo,effettivamente poi avvenuto negli anni 2000. La seconda legge ha invece voluto sancire l'istituzione della rete delle cure palliative, ovvero l'integrazione tra hospice e assistenza domiciliare
Ruolo importante all'interno delle cure palliative ha il mondo del volontariato. Le principali sigle sono riunite sotto la Federazione Cure Palliative.
Il progetto prevede l'acquisto di una struttura già esistente, rimodernarla e far sì che gli utenti che ne vogliano entrare possano essere liberi di poter trascorrere le loro ultime giornate di vita in serenità con la famiglia che viene aiutata ad  affrontare gli utlimi giorni insieme.
sarà una struttura privata pagata direttamente da chi ne usufruisce.

venerdì 12 luglio 2013

Oggi leggevo per caso gli annunci delle badanti che vanno a guardare i malati in ospedale, subito mi è venuto all'occhio il prezzo!!
Ma chi sa quanto si prendono queste semplici persone che vanno a fare compagnia a questi poveri vecchietti che hanno bisogno solo di compagnia.. si perchè poi tutto il resto lo fà l'infermiere che è in turno ed è lui responsabile dell'assistenza infermieristica!! se il paziente va in arresto cardiaco.. si presenta un edema polmonare.. gli parte un embolo.. va in insufficienza respiratoria.. Ma si tanto c'è la bandante che lo guarda!!!
Sapete quanto prende?!?!? 10 euro all'ora!!
Se in un turno di otto ore.. 10 x 8 = 80 euro al giorno..
ed alle volte si spacciano per professioniste.. ma non gli sanno fare nemmeno un bidet!!
allora ho pensato.. bhò vado a leggermi la mia paga sicuro dopo essermi diplomato e aver fatto 3 anni di laurea non sarò paragonato ad un badante!!
bene udite udite... noi guadagniamo la metà 40 euro lordi al giorno all'incirca... (tasse non comprese) con tutte le responabilità del caso e su altri tot.(min. 15) pazienti da prestare assistenza!!!
Mi sono girate le cossidette!!!
Ma alla fine..riusciremo a far valere questa professione!! dove in altri paesi davvero vale!! eppure ne sono passati tanti sotto gli infermieri.. dai politici ai regnanti.. e solo quando davvero hanno avuto bisogno si sono resi conto dell'importanza di questa professione...
Perchè noi siamo i soli che non possiamo fare rumore e assentarci dal lavoro.. anche quando c'è sciopero.. bisogna garantire almeno il minimo sindacale.. e noi lavoriamo già al minimo sindacale..
siamo come un cuore che pulsa ed ogni giorno dobbiamo fare il nostro dovere.. se non lo facciamo muore il sistema intero!! l'ospedale, la sanità, il palazzo di vetro che si sono costruiti i sanitari che lavorano con noi!! e tutto ciò che ruota intorno all'infermiere una figura sconosciuta ai media, al popolo sano e a chi non ha mai avuto bisogno di assistenza infermieristica.. o chi non si è mai avvicinato ad un ospedale..
Eppure noi esistiamo e siamo immersi nella nostra missione di cura del paziente che quasi ci annulliamo nel nostro mondo dove viviamo e passiamo in secondo piano nei meriti !!
Terminando questo sfogo.. spero che sia letto con una chiave di informazione..  e non di diffamazione.. perchè alla fine anche le badanti devono poter vivere!!
ciao .